sabato 14 settembre 2013

Baby blues

Oggi parliamo del baby blues e cioè di quell'ansia e malinconia che ci sopraffà dopo il parto.

Alcune considerazioni preliminari:
Circa l'85% delle neomamme ne viene colpita. 
Ma non è una malattia
È fisiologico e non c'è da vergognarsene.
Il 20% del suddetto 85% però diventa depressione post-partum.
Cerchiamo allora di capire cos'è e come venirne a capo:
Il baby blues è una reazione della mamma alla nuova nascita dovuta solamente al calo drastico degli ormoni.
La mamma si sente triste senza un vero motivo, sopraffatta dall'incombenza del nuovo nato e sola al mondo ad affrontare tutto ciò.

È uno stato che dura poco, circa una settimana.
Vi racconto una cosa: una mia carissima amica ha avuto il secondo figlio l'anno scorso, cercato e voluto.
Il giorno del parto andiamo a trovarla all'ospedale; eravamo in tanti tra amici e parenti, una decina almeno.
Be' lei mentre parlava con uno e con quell'altro piangeva. 
Piangeva senza un motivo e nessuno aveva il coraggio di dirle nulla perché probabilmente eravamo tutti smarriti davanti a  questa reazione.
Anche io rimasi interdetta, non capivo proprio il perché di quella reazione, il bambino lo aveva voluto fortemente, era il secondo quindi non una novità e aveva intorno a sé un sacco di persone che la amavano.
Poi è arrivato il mio di parto.
E ho capito.
Un figlio voluto e cercato così tanto da diventare matta, tutto ciò che avevo sempre desiderato, finalmente mio.
Quella notte, da sola con il mio piccolo tra le braccia nel letto dell'ospedale ho pianto, pianto perché non mi sentivo all'altezza, pianto perché mi mancava mio marito, la mia casa, i miei gatti.
Poi è passata e il mattino seguente è iniziata la nostra nuova vita assieme tutti trepidanti e con la gioia nel cuore.
Ecco probabilmente è questo il baby blues, non ne sono neanche molto sicura , mica sono un dottore.
A proposito di dottori, se potessi dare un consiglio a chi decide le regole della degenza di una neo mamma gli direi che, in tutta franchezza, è la cosa più stupida, impari, deprimente che possa esserci non fare stare il neo papà con la neo mamma e il bambino.
Non è giusto sotto TUTTI i punti di vista.
Ma questo è un altro discorso..
Torniamo a noi: quindi la cosa migliore da fare nel caso si soffra un po' di Baby blues? Parlare. 
Con il marito, la mamma, l'amica, una sconosciuta se volete ma parlatene.
È l'unica cura ( e di cure vere e proprie non ne servono perché passa comunque da solo)
Soprattutto se vi rendete conto che dura più del dovuto, se non trovate la gioia nel vostro bambino... Parlatene subito, fatevi aiutare, lasciate il piccolo a qualcuno e prendete un po' d'aria.
Perché avere un bambino è la gioia più grande che ci sia, è ciò che completa una donna e se non ve ne rendete conto è solo perché siete un po' annebbiate ma  passerà.
Tranquille che passerà...
Un abbraccio
Federica

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...