venerdì 22 maggio 2009

Pasta fredda con gamberi & varie ed eventuali dal frigo!


Sarà la bella stagione che ormai ha fatto chiaramente capolino ma a me la voglia di cucinare mi aumenta...anche se ho caldo!!
Il problema, fondamentale direi, è che sono sempre di fretta quindi mi trovo a voler inventare nuovi primi tra le 12.15 e le 12.40...capite anche voi che è praticamente un suicidio...se ci aggiungiamo poi che:
1) devo destreggiarmi ai fornelli con la gatta che mi fa pericolosamente lo slalom tra le gambe urlando che ha un'enorme ed incolmabile fame
e
2) che in quel lasso di tempo è sicuro che, o sono al telefono con mia madre o, se Dio mi ha voluto bene quel giorno e ha fatto sì che lei si dimenticasse di chiamarmi, sono al telefono con Marco
e
3) Marco è in arrivo e io ho sta fissa che nel momento in cui entra in casa il piatto DEVE essere pronto
Detto questo vogliate scusarmi se a volte provo a fare dei lavori che nella mia mente magari saranno anche il piatto migliore che io abbia mai cucinato ma poi nella realtà si trasformano in insipidi piatti..eh sì perchè se c'è una cosa che mi dimentico quando son di fretta è proprio il sale!
Quindi la ricetta che vi presento oggi purtroppo a casa mia è stata insipida...accidenti a me... ma la prossima volta...gatta sul balcone...telefono spento...e forse, dico forse, ce la farò!!
Anche perchè se ci aggiungiamo il caldo spossante di questi giorni...non so.. mi sento rimbambita...distratta...prima o poi mi troverò la gatta in frigo...e non ci sarà andata da sola!!
Ma veniamo a noi!!

Ingredienti:

pasta tipo penne
olio aromatizato al limone
gamberi
cipolla di tropea
carotine e piselli surgelati
mezzo bicchiere di Pinot Rosè delle Venezie (son così precisa solo perchè l'ho comprato ieri sera...chiedetemelo tra 1 settimana e non saprò nemmeno dov'ero quel giorno!!!)
emmenthal

Procedimento:
Lessare la pasta e raffreddarla.
Soffriggere con un goccio di olio aromatizzato al limone (Dio se mi piacciono tutti questi ammennicoli particolari!!!) le verdurine con i gamberi.
Aggiungere il vino e sfumare.
Condire la pasta con il sugo e aggiungere dadini di emmenthal.


Ripeto, credo di aver creato una buona ricetta delicata e molto leggera, purtroppo era insipida a casa mia, spero sia migliore la prossima volta.
Come consigliato anche da Marco forse ci stava bene anche la panna ma a quel punto era meglio non raffreddare la pasta.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...