domenica 26 gennaio 2014

La Ventu-settimana #04!


Devo ammettere che non avevo una gran voglia di fare questo post perchè so già che strada facendo diventerà polemico.

Se a qualcuno ancora non fosse noto io vivo a Sorbara frazione di Bomporto....si, la zona alluvionata.
Ah ma forse non ne sapete nulla vero? forse, nonostante guardiate telegiornali e leggiate i giornali voi non sapete che la mia zona da pianura è diventata lago per colpa di una rottura dell'argine del fiume Secchia.
Fiume che io passo ogni santo giorno 4 volte per andare al lavoro.
Giusto per farvi capire quanto mi sia passata accanto la tragedia.
E per la seconda volta (ve lo ricordate il terremoto? quello ha fatto più notizia...)
Devo, nonostante tutto, ritenermi graziata perchè prima l'uno e poi l'altro mi sono passati accanto come l'ombra di Morte nei film, avete presente?
Quindi sto bene, stiamo tutti bene.
Siamo solo un pò allibiti ed incazzati per come si sono svolte le cose e per l'indifferenza dei media.
L'argine si è rotto, l'Aipo dà la colpa alle nutrie e tutti la prendono in giro e dicono che sono degli scaricabarile. Non è vero, le nutrie ci sono e fanno disastri e per come si è rotto l'argine è stato sicuramente un'infiltrazione di acqua che si è scavata piano piano il passaggio attraverso un buco fatto da un qualche animale.
Quindi bisognerebbe fare un pò di attenzione anche a dare facili giudizi e false informazioni.
Questa volta si è rotto per questo motivo. Questo non vuol dire che il fiume possa tornare fuori per l'incuria degli argini cosa assolutamente vera, questo si che è da dire, Aipo afferma di aver pulito gli argini a dicembre, non si è visto nessuno, io lavoro praticamente sotto l'argine (ma dall'altra sponda per fortuna) e, ripeto, non si è visto nessuno.
A me personalmente ha lasciato senza parole la gestione dell'emergenza, si è lasciato andare sott'acqua un paese intero come Bastiglia, non son esperta e forse non avrebbero potuto fare altrimenti ma mi sembra assurdo davvero. Ma l'acqua ha continuato a scorrere arrivando fino al mio paese, intanto un'altro fiume è esondato a Bomporto, praticamente eravamo tra due fuochi, tra due acque a dire il vero, che avanzano minacciose da tutti i lati.
Probabilmente però la nostra casa sarà stata costruita su un cucuzzolo perchè l'acqua non è arrivata per fortuna.
La situazione oggi è disastrosa, c'è ancora acqua nei paesi, la gente è ancora fuori casa, le strade sono tutte interrotte, solo una si salva e non ha mai visto tanto traffico in vita sua, una stradina di campagna, quella dove è l'azienda per cui lavoro, l'unica che ci collega a Modena.
Insomma è davvero un disastro con D maiuscola ma ne parlano pochissimo al telegiornale perchè NON FA NOTIZIA.
Bè si sa che i telegiornali vanno dove tira l'audience e che la libertà di informazione nel nostro Paese è calpestata quotidianamente, si sa ma ci si rimane male lo stesso.
Non mi rimane altro quindi, nel mio piccolo, di portarvi a conoscenza di ciò che ci è successo facendovi vedere le immagini delle mie zone...in cui ormai faccio fatica anche io ad orientarmi.
questo è il pezzo in cui si è aperta la voragine, 30 mt
e questa è Bastiglia, non Venezia
in questo stabile c'erano uffici del comune, la mia dottoressa, la pediatra di Max


E ne avrei altre mille da farvi vedere ma vi lascio la libertà di decidere se  informarvi e vedere altre foto o no; potete andare qui se lo volete.
Per il momento è tutto, non sono molto dell'umore per raccontarvi altro ma torno presto, promesso.

Alla prossima,




LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...