martedì 5 febbraio 2013

Deodoranti e antitraspiranti : sicuri che il gioco valga la candela?

Ciao ragazze/ i!
Oggi voglio parlarvi della mia esperienza con i deodoranti, spero che vi sia d'aiuto in qualche modo.
Faccio una debita premessa: con il passare degli anni mi rendo conto di essere sempre più "sensibile" ai componenti dei prodotti così come per gli alimenti.
Comunque sia è un po' che mi sono resa conto che i deodoranti non sono tutti uguali e che, pelli sensibili e non, si deve imparare a leggere le etichette e fare le scelte giuste.
Io per esempio ho capito che il mio acerrimo nemico é il Cloridrato di alluminio, ci ho messo un po' a capirlo... La prima volta che mi è venuto prurito ho pensato fosse colpa di quel determinato deodorante ( che non ricordo assolutamente perché sono passati anni) e ne ho cercato un'altro; forse fortunosamente ne avrò trovato uno che non conteneva quell'ingrediente cattivo e il problema sparì... Be' vi dirò che per anni quindi ho sempre utilizzato quello che non mi faceva male perché " squadra che vince non si cambia"... quello si che me lo ricordo, era della Neutro Roberts. Peccato che han pensato bene, ad un certo punto, di non fare più quel tipo di stick e così ho dovuto cercare un'altro. Trovai quello della Conad, giuro della Conad, ottimo, non mi ha mai dato un problema finché un bel giorno pure questi si sono alzati e si son detti " ma perché non cambiamo la formulazione e ci mettiamo dentro anche il cloridrato di alluminio?" No ma, grazieeeee!
E così ora son sicura che sia proprio quel componente a darmi fastidio, praticamente dopo alcune applicazioni comincia a darmi prurito, ma non un pruritino da niente, no no un prurito insostenibile, da dovermi lavare immediatamente! Il problema é che non passa con una semplice lavata, probabilmente questo assassino si infiltra nella nostra pelle e quindi ci vuole una settimana di lavaggi frequenti per tornare alla normalità.
Siccome mi è tornato a succedere recentemente ho fatto alcune ricerche e ho scoperto di non essere l'unica al mondo a cui capita questa reazione; peraltro questo ingrediente é famoso per non essere del tutto salutare quindi vi consiglio caldamente di cercare deodoranti che non lo contengano.
Poi vi dirò, in questa settimana di "riabilitazione" mi sono lavata con semplice acqua (almeno le prime volte poi ho reinserito anche il sapone) e NON MI SONO DEODORATA. Voi direte " ma che schifo Ventu possibile che tu non ti sia deodorata??" Possibilissimo, ho provato sulla mia pelle che si può vivere benissimo anche senza deodorante (peggio ancora gli antitraspiranti), se ci si lava frequentemente ( diciamo una volta in più del solito, mattina, mezzogiorno e sera) non si puzza affatto e si é sicure di non darsi robe che fanno male ( soprattutto adesso che sono in gravidanza e che presto allatterò).
Poi nulla mi vieta di trovare prima o poi un deodorante biologico ed innocuo o addirittura di farmelo da me con semplice bicarbonato e oli essenziali ma per ora, vi dirò, ho avuto così prurito che non mi azzardo a darci più nulla :-D
So di essere stata un po' prolissa ( la sintesi non é il mio forte!) ma spero che questo articolo vi sia stato d'aiuto in qualche modo, almeno che vi abbia dato modo di fare ricerche per vostro conto e di arrivare anche voi ad una consapevolezza maggiore di ciò che ci spalmiamo addosso.
Vi auguro una buona giornata, baci.
Federica


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...